You are here

Pulitura meccanica dei metalli: la sabbiatura

La sabbiatura è un procedimento meccanico intermedio che serve a pulire la superficie di un metallo per prepararlo alle lavorazioni galvaniche successive.

L'operatore designato alla sabbiatura eroga sulla superficie del metallo una miscela di aria e sabbia (da cui il termine sabbiatura, appunto) che ha lo scopo di corrodere la superficie stessa, per rimuovere eventuali residui di lavorazioni precedenti e preparare il metallo alle lavorazioni successive.

Grazie a questo tipo di procedimento, il metallo è pulito e pronto per la verniciatura o qualsiasi lavorazione galvanica serva a finalizzare il prodotto e destinarlo alla vendita (o all'impiego finale).

La sabbiatura è quindi una vera e propria pulitura meccanica, ampiamente utilizzata nell'industria metalmeccanica, ovviamente, ma trova impiego anche in ambito edilizio, ad esempio, per pulire altri materiali oltre all'alluminio (vedi il marmo o il legno). Si tratta di un procedimento molto pratico e facile da applicare, ideale sia per manutenzioni che per lavorazioni estetiche di vario genere.

Nel caso di lavorazioni di piccoli manufatti, esistono le cabine di sabbiatura, vere e proprie vasche coperte e di dimensioni contenute con uno spazio per l'ingresso di due guanti che l'operatore indossa per effettuare la sua lavorazione.

Nel caso, invece, di lavorazioni più complesse e su superfici più ampie, l'operatore deve indossare una tuta e una maschera coprenti e protettive, per evitare che i residui della sabbiatura risultino nocivi e pericolosi. I macchinari utilizzati, in questo caso, per la pulitura meccanica dei metalli sono un po' più complessi e si va dalle sabbiatrici mobili a ruote passando per quelle a getto o dotate di ugello per la sabbiatura.

back