Tu sei qui

Quanto ne sai di anodizzazione alluminio a Milano?

anodizzazione alluminio Milano

Il processo di anodizzazione alluminio effettuato a Milano e altre città fornisce uno strato superficiale di ossido a un metallo particolare come l'alluminio. Quello che succede a livello elementare è l'ossidazione anodica dell'alluminio in qualità di reazione alla presenza di ossigeno prodotto in fase di elettrodeposizione. L'obiettivo dell'anodizzazione dell'alluminio è quello di proteggere il metallo da eventi di corrosione e degradazione.

5 step dell'anodizzazione a Milano

Il processo di anodizzazione modifica l'alluminio rendendolo più duro e compatto e pronto ad accogliere altri trattamenti e a sostenere le prove degli agenti atmosferici o dello stress fisico. L'alluminio anodizzato a Milano e altrove vanta molte proprietà e per questo può essere utilizzato in vari settori: nautico, motociclistico, industriale, alimentare e così via.

Le aziende specializzate lavorano con attenzione a ogni fase del processo in modo da evitare errori:

  • Fase 1 – Il metallo viene posizionato su ganci appositi e viene sottoposto a un processo “sgrassante” destinato a rimuovere eventuali tracce di grasso e olio.

  • Fase 2 – L'alluminio subisce un trattamento di satinatura a base di soda caustica e additivi che aiuta a ottenere una finitura opaca.

  • Fase 3 – I componenti di alluminio vengono immersi in una vasca di neutralizzazione acida per eliminare idrossidi insolubili dalla superficie.

  • Fase 4 – Il metallo viene intinto nella vasca di ossidazione anodica con acido solforico collegata a un generatore di corrente per subire una differenza di potenziale che genera l'ossidazione.

  • Fase 4 – La lavorazione dell'alluminio a Milano e altre realtà prevede il fissaggio dei trattamenti mediante la chiusura dei pori dell'ossido in modo da assicurare qualità, protezione e durabilità.

L'ossidazione anodica a Milano e la questione spessore

Il processo di anodizzazione dell'alluminio pone il quesito dello spessore dello strato di ossido anodico superficiale. Lo spessore dello strato di ossido varia a seconda della funzione a cui è destinato il singolo pezzo di alluminio, dalle esigenze del mercato tecnico a quelle degli accessori del settore industriale.

 

indietro