Tu sei qui

Anodizzazione: finitura opaca, lucida o colorata?

anodizzazione Torino

L’anodizzazione è untrattamento superficiale eseguito su varimetalli e leghe (alluminio, zinco, acciaio, ecc.), ormai ampiamente diffuso e collaudato. Lo scopo di tale lavorazione consiste nell’accrescere la resistenza e l’isolamento termico/acustico dei materiali trattati, rendendoli ben più funzionali, performanti e versatili.

Tuttavia, al giorno d’oggi, il processo di anodizzazione non viene messo in atto soltanto per ragioni pratiche, ma anche per migliorare l’estetica dei materiali. L’alluminio e l’ acciaio anodizzato, infatti, hanno un aspetto liscio ed uniforme, piacevole sia alla vista che al tatto, che ben si sposa con i vari utilizzi nel campo del design. Inoltre, negli anni, le tecniche adottate per anodizzare l’alluminio (ed altri materiali) sono andate affinandosi. Oggi, infatti, l’alluminio anodizzato non presenta più solamente una finitura classica, bensì è disponibile sul mercato in tante varianti: da quelle più semplici, dalla resa opaca, a quelle più originali, eleganti e innovative.

A seconda della metodologia utilizzata, dunque, è possibile ottenere dall’ alluminio anodizzato nero alle nuove finiture colorate e brillanti, che colpiscono per intensità e luminosità. L’ ossidazione anodica, infatti, varia sia in base al tipo di ossido e ai tempi di lavorazione, sia in base alle tecniche di preparazione del materiale.

Pertanto, oltre all’anodizzazione naturale e alla finitura nera, che si collocano ai primi posti per semplicità e diffusione, è possibile ottenere anche colorazioni particolari, come ad esempio il rosso, con un effetto opaco o lucido. Non mancano, poi, le varianti più moderne, realizzate con tecniche quali spazzolatura e abrasione.

indietro