Tu sei qui

Sai veramente come funziona la pulitura meccanica dell'alluminio?

pulitura meccanica dell alluminio

La pulitura meccanica è una lavorazione di finitura che permette di pulire le superfici dei metalli e di prepararli ai trattamenti successivi. Questa operazione viene eseguita prima e dopo ogni trattamento superficiale dell'alluminio e altri metalli per eliminare le impurità che potrebbero ostacolare i processi che li rendono commercializzabili.

Gli esperti in trattamenti e lavorazione dei metalli sfruttano macchine dotate di specifiche spazzole e/o nastri e tecniche diverse per soddisfare le caratteristiche di ogni metallo e le esigenze dell'uso finale.

Le tre fasi della pulitura meccanica

La superficie discontinua di un metallo viene pulita meccanicamente fino a diventare omogena, semilucida e pronta per essere sottoposta ad altre lavorazioni.

Questo procedimento intermedio di lavorazione dei metalli viene sviluppato in tre fasi: la fase della molatura, la fase della smerigliatura e la fase della spazzolatura e lucidatura.

  1. Molatura – La molatura richiede l'uso di dischi rigidi dall'azione abrasiva che eliminano le parti più ruvide, le irregolarità e le imperfezioni dovute ai trattamenti precedenti.

  1. Smerigliatura – La smerigliatura viene eseguita utilizzando vari tipi di smerigliatrici e sfruttando abrasivi a grana più sottile a seconda delle caratteristiche e della forma del metallo.

  1. Spazzolatura e lucidatura – La fase finale di spazzolatura meccanica e lucidatura prevede l'uso di spazzole di vario tipo per garantire una superficie uniforme e ravvivare il metallo.

Qual è l'aspetto finale di un metallo anodizzato? Ogni metallo anodizzato sottoposto a pulitura meccanica presenta una superficie omogenea e resistente a urti, corrosione e usura. Il metallo pulito meccanicamente può essere commercializzato o subire altri trattamenti in grado di migliorarne le caratteristiche fisiche e renderlo esteticamente più gradito.

 

indietro