Tu sei qui

Satinatura chimica e anodizzazione dell’alluminio

satinatura chimica

La satinatura chimica è un pretrattamento che si fa su alcuni metalli, in primo luogo l’alluminio prima che subisca altri trattamenti o finiture, come l’anodizzazione dell’alluminio a Milano. Ogni articolo di uso nella nostra vita quotidiana è stato pensato e realizzato per dare il massimo a livello tecnico ma anche per essere piacevole a livello estetico. Non solo oggetti che hanno un forte impatto estetico, ma anche altri tipi di oggetti la cui funzione è tutt’altro che la bellezza, vengono curati nel dettaglio proprio perché il loro valore percepito aumenta se appaiono di fattura migliore.

Le applicazioni dell’alluminio, una volta trattato nella maniera più opportuna, sono diverse e il suo utilizzo è in crescita in numerosi campi tra cui quello dell’edilizia, dei trasporti, dell’elettronica e del settore domestico e sportivo. Satinatura chimica , brillantatura e incisione chimica, spazzolatura, pallinatura, sono alcuni dei trattamenti riservati all’alluminio per migliorarne alcune caratteristiche ma soprattutto per renderlo esteticamente più apprezzabile.

Come detto la satinatura fa parte del pretrattamento all’interno del processo di ossidazione anodica, che finisce con la finitura dell’oggetto. I trattamenti importanti che anticipano l’alluminio anodizzato a Milano vero e proprio sono essenziali per la buona riuscita del processo finale, l’oggetto deve essere privo di residui di qualunque genere o graffi, ammaccature, estrusioni varie.

Perciò oltre alla satinatura, si utilizza la sgrassatura per eliminare residui di lavorazioni meccaniche come olii e grassi ma anche la spazzolatura e la lucidatura che sono processi meccanici e che tendono a restituire l’oggetto nella forma ottimale. L’oggetto opportunamente pretrattato è dunque pronto a ricevere l’anodizzazione, ovvero un film di ossido, che attraverso un processo elettrochimico si lega alla sua superficie e lo protegge rendendolo più duraturo e resistente.

indietro