Tu sei qui

Tempra, il trattamento termico degli acciai

I trattamenti termici su alluminio, acciaio e altre leghe metalliche servono a modificare le caratteristiche meccaniche del metallo, un po' come succede nel caso dell'anodizzazione alluminio, acciaio e altre leghe. In questo senso la tempra è un trattamento termico destinato ad aumentare il livello di durezza dell'acciaio, rendendolo più o meno adatto a determinati tipi di utilizzi. All'aumento della durezza dell'acciaio poi corrisponde tutta una serie di altre qualità meccaniche, prime tra tutte l'incremento della resistenza a trazione e l'aumento del termine di elasticità.

Come funziona la tempra trattamento termico?

Il trattamento di tempra degli acciai si avvale di tre step diversi: riscaldamento dell'acciaio, mantenimento della temperatura di austenizzazione e raffreddamento veloce mediante dei liquidi. Il punto focale della tempra è proprio la gestione della velocità di raffreddamento perché capace di sviluppare la struttura martensitica finale e attribuire una nuova resistenza meccanica all'acciaio.

L'acciaio sottoposto al trattamento termico di tempra possiede un grado di durezza più alto in relazione al grado di carburazione, una migliore resistenza a trazione e un limite elastico più elevato. Per far questo, quindi, gli esperti scelgono il mezzo temprante più adatto al tipo di acciaio e alla dimensione del prodotto, passando dall'olio all'acqua con sali disciolti fino ad arrivare ai polimeri.

La martensite, la struttura dell'acciaio temprato

La tempra ostacola i meccanismi di diffusione del carbonio essenziali per la stabilizzazione termodinamica e mantiene il cambiamento caratteristico dei metalli sottoposti ad elevate temperature. La struttura dell'acciaio temprato è completamente diversa da quella precedente o da un normale acciaio anodizzato in quanto contiene una quantità eccessiva di atomi di carbonio intrappolata in un reticolo.

Il motivo principale dell'aumento del grado di durezza e della resistenza a trazione del metallo consiste proprio nella capacità degli atomi di carbonio di bloccare lo scorrimento dei cristalli. Il risultato finale prende il nome di martensite, vale a dire una forma polimorfa metastabile dell'acciaio satura di carbonio.

 

indietro